Lacrime

Minuti di silenzio e secondi d’immagini vorticose
e poi…
CAV: chioma al vento.

Nella stretta infinita una vita (due) parla di Silenzio,
nel Silenzio e mai, come in quel momento (inesistente),
si è detto tutto ciò che voleva dirsi e dirLe.

Ricordi il girasole? Ricordi le due rose? Ricordi la laurea?
Ricordo tutto senza averne più memoria
Dimentico nulla nel Cafarnao dell’inconscio

Quanta calma tra le lacrime
della morte piena di vita
nell’imo di occhi ametista.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...