Ἁγνή

Aveva un difetto nella pronuncia quando
le sue labbra stagliavano dolcissime “s”,
e,
vezzose e sinuose le sue mani
aprivano sipari sul mondo a lei sconosciuto
-Buffo. Sei un essere buffo.-
Ancor più dolci le doppie “f” sorridevano
nei suoi occhi color nocciola,
montava la storia non detta e appannata
nel malto aspro, fresco.
-E ora, adesso, che farai?-
Nel tabacco aromatico nascose il candore
rosso delle sue chiavi di violino.
E le sue, quelle di basso, vibravano sul
collo numinoso gremito di …rosso.
Ashen Lady.
Tutto il suo pallore evocava tramonti
-Non si possono odiare i tramonti-
Lars aveva ragione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...